Una operazione di basso profilo

4137542_2195053_FotorCosa ti puoi aspettare se vieni chiamato a gestire il bene pubblico e lo fai con diligenza?

Se la tua controparte è la Giunta Lutzu, sempre più affannata ad occupare spazi ma finora assente nel produrre il benché minimo risultato per la Città, allora sei sicuramente destinato a non essere ben visto. Anzi verrai sicuramente allontanato perché evidentemente, nella scala delle priorità del sindaco Lutzu, merito e serietà arrivano dopo ben altre cose.

Proprio per evidenziare quale spessore sta caratterizzando l’azione dell’amministrazione Lutzu, a un anno e mezzo dal suo insediamento, ho ritenuto necessario presentare la seguente interpellanza.

Interpellanza sulla delibera della Giunta Comunale n. 224 del 27/11/2018 avente come oggetto “Problematiche Oristano Servizi. Indirizzi della Giunta”

Il sottoscritto consigliere comunale Francesco Federico,
vista la delibera della Giunta Comunale, n. 224 del 27/11/2018 avente come oggetto: “Problematiche Oristano Servizi. Indirizzi della Giunta”;
viste le premesse della stessa delibera nelle quali la Giunta Lutzu motiva la decisione assunta sostenendo l’esistenza di criticità tra il Comune di Oristano e l’Amministratore Unico della Società in House;
considerato
– che la Società in House Oristano Servizi Comunali s.r.l. è stata costituita dal Comune di Oristano per gestire servizi pubblici locali e attualmente impiega 44 lavoratori;
– che la stessa Società è interamente partecipata dal Comune di Oristano;
– che dovrebbe pertanto essere interesse del Comune una amministrazione diligente della Società a tutela della stessa, del suo patrimonio, dei servizi che deve erogare alla cittadinanza e dei lavoratori impiegati in essa;
– che tra le supposte criticità che avrebbero fatto venir meno le “condizioni necessarie per la proficua e serena prosecuzione dei rapporti tra il Comune di Oristano e l’Amministratore Unico della Società” viene evidenziata quella concernente la citazione in giudizio promossa dall’Amministratore Unico della Società in House nei confronti del Comune, debitore verso la Oristano Servizi Comunali s.r.l. per una somma pari a € 562.211,17;
– che in delibera la suddetta “criticità” viene riportata tra le premesse incompleta di elementi fondamentali quali l’evidenza del tempo intercorso tra la nascita dell’inadempienza da parte dell’Amministrazione Comunale e la sua soluzione oltre alle difficoltà da essa derivate per la corretta gestione della Società in House;
appurato
– che il suddetto debito dell’Amministrazione Comunale è il risultato della somma di diversi mancati pagamenti, nell’arco di vari mesi, dei servizi pubblici forniti dalla Oristano Servizi alla cittadinanza;
– che i mancati pagamenti da parte dell’Amministrazione Comunale hanno avuto ripercussioni negative sulla solidità economica della Società in House causando serie difficoltà, se non impossibilità, a garantire al meglio l’erogazione dei servizi pubblici ai quali la società è addetta;
– che lo stesso grosso debito maturato nel tempo dall’Amministrazione Comunale metteva a rischio il regolare pagamento degli stipendi dei lavoratori della Società in House;
ritenuto che la lamentata citazione in giudizio va intesa unicamente come condotta diligente da parte dell’Amministrazione Unico a tutela della società pubblica chiamata ad amministrare e conseguentemente per garantire sia l’erogazione dei servizi pubblici alla cittadinanza che i lavoratori della società stessa;
considerato che altro rilievo evidenziato nelle premesse della delibera è quello relativo alla mancata sottoscrizione da parte dell’Amministratore Unico di un nuovo contratto proposto dall’Amministrazione Comunale concernete il servizio del verde pubblico;
appurato che non vengono riportate le motivazioni che hanno portato alla mancata sottoscrizione del suddetto contratto da parte dell’amministratore della Oristano Servizi e tanto meno le modifiche proposte dall’amministrazione comunale e se le stesse potevano essere considerate sostenibili dalla Società in House;
ritenuto che le premesse della succitata delibera della Giunta Comunale appaiono pretestuose e conseguentemente il dispositivo della delibera risulta essere palesemente privo di reali motivazioni che giustifichino il richiamo alla “giusta causa”;
considerato che l’atto apparendo ingiustificato, può far nascere il forte dubbio che in esso si nascondano in realtà motivazioni diverse e politicamente di basso profilo.

Per quanto in premessa, il consigliere comunale Francesco Federico,
interpella il Sindaco Lutzu e la Giunta
per conoscere,
– se l’azione dell’Amministratore Unico in questi anni ha arrecato danno alla Società in House Oristano Servizi Comunali s.r.l. e/o al suo patrimonio;
– qual’è oggi la situazione finanziaria della Società;
– secondo la Giunta Lutzu quale azione l’Amministratore Unico della Società in House Oristano Servizi Comunali s.r.l. avrebbe dovuto intraprendere per recuperare l’ingente credito accumulatosi in diversi mesi;
– quali modifiche, nei servizi e nelle risorse, erano presenti nel nuovo contratto concernente il servizio del verde pubblico proposto dall’Amministrazione Comunale alla Società in House Oristano Servizi Comunali s.r.l.;
– se la Giunta Lutzu ha considerato gli eventuali danni che potrebbero derivare per le casse del Comune in caso di impugnazione della delibera stessa.

Francesco Federico

Una operazione di basso profiloultima modifica: 2018-12-05T20:45:23+01:00da frafederico
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento