Animali d’affezione: Incentivazione alle adozioni-Realizzazione Gattile. Proposta di Emendamento al Bilancio di Previsione 2020/2022 della Città di Oristano

sportello-animali-affezione2Per il Bilancio di previsione 2020/2022 della Città di Oristano abbiamo voluto, assieme ai colleghi Efisio Sanna e Maria Obinu, presentare all’attenzione della Giunta Lutzu dei suggerimenti per il futuro di Oristano che riguardano la Cultura, l’Ambiente, la Mobilità, il Settore Turistico.

Il quinto emendamento riguarda gli animali d’affezione. Si chiedono incentivi e apposite azioni atti a favorire l’adozione di cani e gatti randagi o abbandonati o che si trovano in stato di cattività presso strutture ricettive comunali e/o convenzionate.
Si richiede inoltre di promuovere e sostenere, d’accordo con le associazioni di volontariato, l’apertura di un gattile comunale.

Il testo dell’emendamento protocollato il 03/03/2020:
EMENDAMENTO N. 5: ANIMALI D’AFFEZIONE: INCENTIVAZIONE ALLE ADOZIONE – GATTILE
Presentatori: Francesco Federico, Efisio Sanna, Maria Obinu
TESTO EMENDAMENTO:
La descrizione dell’obiettivo della scheda della Missione – Programma 0902: Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell’ambiente – Tutela, valorizzazione e recupero ambientale – Indirizzo Strategico: ORISTANO CITTA’ SOSTENIBILE – Obiettivo Strategico: L’AMBIENTE COME RISORSA – Obiettivo Operativo: DECORO URBANO del DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE 2020 – 2021 – 2022 (pagg. 87 e 88 del DUP messo a disposizione dei Consiglieri), che nella proposta della Giunta Municipale presenta la seguente stesura:
Tutelare e valorizzare il patrimonio ambientale ma anche preservare dal degrado gli spazi cittadini e le periferie. Saranno programmate e portate avanti iniziative per incoraggiare l’impegno costante della cittadinanza in tal senso anche promuovendo progetti di buone pratiche. Saranno quindi rafforzati anche gli interventi mirati a contrastare episodi di abbandono incontrollato dei rifiuti, nonché gli imbrattamenti o danneggiamenti di beni pubblici, anche attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie. In tale ambito verrà rafforzata la presenza sul territorio, nei limiti delle risorse disponibili, soprattutto per prevenire e contrastare le piccole cattive abitudini quotidiane, come gettare i rifiuti fuori dai cestini appositi, gettare i mozziconi per terra, lasciare su strade e marciapiedi le deiezioni dei propri animali. Tutte azioni e abitudini che potrebbero non sembrare gravi, ma che al contrario costituiscono un primo biglietto da visita per il decoro della città. In collaborazione con l’ufficio ambiente e la ditta appaltatrice della raccolta dei rifiuti solidi urbani si continuerà nelle attività di contrasto non solo all’abbandono incontrollato di rifiuti, ma anche alle verifiche sulle corrette modalità di differenziazione degli stessi al fine di diminuire costantemente il rifiuto indifferenziato da conferire in discarica. Per il potenziamento di tali controlli potrà essere utilizzato anche il sistema di video sorveglianza, che è stato adeguato alle novità normative in materia di tutela dei dati personali e normato grazie all’adozione del nuovo regolamento per la videosorveglianza. Si confermano gli obiettivi di tutelare e valorizzazione del patrimonio ambientale, con particolare riferimento alle zone umide, spesso ed erroneamente ritenute marginali. Si punterà anche a preservare dal degrado gli spazi cittadini e le periferie, attraverso le azioni volte a incoraggiare l’impegno costante della cittadinanza anche promuovendo progetti di buone pratiche, a cui potrà essere correlato un piano di premialità fiscale. Saranno quindi rafforzati anche gli interventi mirati a contrastare episodi di abbandono incontrollato dei rifiuti, nonché gli imbrattamenti o danneggiamenti di beni pubblici, anche attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie. Per quanto attiene il verde pubblico si segnala l’esigenza di valorizzare e promuovere gli spazi verdi attrezzati anche attraverso una effettiva ottimizzazione della manutenzione del verde pubblico, non solo per evidenti ragioni di decoro, di salvaguardia, di estetica, di tutela ambientale, ma anche per ragioni di sicurezza legate alla stabilità delle alberature o ad altri fattori. Da evidenziare la conclusione degli interventi previsti nell’ambito del programma “LavoRAS” che sono stati avviati nel mese di luglio 2019 e che opereranno nell’ambito della bonifica delle discariche abusive, della riqualificazione delle aree verdi e aree sportive.

Viene così integrata:
Tutelare e valorizzare il patrimonio ambientale ma anche preservare dal degrado gli spazi cittadini e le periferie. Saranno programmate e portate avanti iniziative per incoraggiare l’impegno costante della cittadinanza in tal senso anche promuovendo progetti di buone pratiche. Saranno quindi rafforzati anche gli interventi mirati a contrastare episodi di abbandono incontrollato dei rifiuti, nonché gli imbrattamenti o danneggiamenti di beni pubblici, anche attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie. In tale ambito verrà rafforzata la presenza sul territorio, nei limiti delle risorse disponibili, soprattutto per prevenire e contrastare le piccole cattive abitudini quotidiane, come gettare i rifiuti fuori dai cestini appositi, gettare i mozziconi per terra, lasciare su strade e marciapiedi le deiezioni dei propri animali. Tutte azioni e abitudini che potrebbero non sembrare gravi, ma che al contrario costituiscono un primo biglietto da visita per il decoro della città. In collaborazione con l’ufficio ambiente e la ditta appaltatrice della raccolta dei rifiuti solidi urbani si continuerà nelle attività di contrasto non solo all’abbandono incontrollato di rifiuti, ma anche alle verifiche sulle corrette modalità di differenziazione degli stessi al fine di diminuire costantemente il rifiuto indifferenziato da conferire in discarica. Per il potenziamento di tali controlli potrà essere utilizzato anche il sistema di video sorveglianza, che è stato adeguato alle novità normative in materia di tutela dei dati personali e normato grazie all’adozione del nuovo regolamento per la videosorveglianza. Si confermano gli obiettivi di tutelare e valorizzazione del patrimonio ambientale, con particolare riferimento alle zone umide, spesso ed erroneamente ritenute marginali. Si punterà anche a preservare dal degrado gli spazi cittadini e le periferie, attraverso le azioni volte a incoraggiare l’impegno costante della cittadinanza anche promuovendo progetti di buone pratiche, a cui potrà essere correlato un piano di premialità fiscale. Saranno quindi rafforzati anche gli interventi mirati a contrastare episodi di abbandono incontrollato dei rifiuti, nonché gli imbrattamenti o danneggiamenti di beni pubblici, anche attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie. Riguardo gli animali d’affezione, si attiveranno incentivi e apposite azioni atti a favorire l’adozione di cani e gatti randagi o abbandonati o che si trovano in stato di cattività presso strutture ricettive comunali e/o convenzionate. Si promuoverà e si sosterrà, d’accordo con le associazioni di volontariato, l’apertura di un gattile. Per quanto attiene il verde pubblico si segnala l’esigenza di valorizzare e promuovere gli spazi verdi attrezzati anche attraverso una effettiva ottimizzazione della manutenzione del verde pubblico, non solo per evidenti ragioni di decoro, di salvaguardia, di estetica, di tutela ambientale, ma anche per ragioni di sicurezza legate alla stabilità delle alberature o ad altri fattori. Da evidenziare la conclusione degli interventi previsti nell’ambito del programma “LavoRAS” che sono stati avviati nel mese di luglio 2019 e che opereranno nell’ambito della bonifica delle discariche abusive, della riqualificazione delle aree verdi e aree sportive.

Animali d’affezione: Incentivazione alle adozioni-Realizzazione Gattile. Proposta di Emendamento al Bilancio di Previsione 2020/2022 della Città di Oristanoultima modifica: 2020-03-05T23:14:13+01:00da frafederico
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento