QUANDO L’APERTURA DEL MUSEO GIUDICALE DI ORISTANO?

Torre e PalArcaisNel 2005 la Giunta Regionale, allora presieduta da Renato Soru, approvava il Piano di razionalizzazione e sviluppo del nuovo Sistema Regionale dei Musei attraverso il quale, fra i nuovi musei di istituzione regionale, veniva prevista la realizzazione ad Oristano del Museo della Sardegna Giudicale.
Dopo quasi dieci anni da quell’importante atto, strategico non soltanto nel contesto culturale ma anche per lo sviluppo economico del nostro territorio, il Museo Giudicale non ha ancora aperto i battenti.
Nel settembre scorso la Provincia di Oristano, assieme al Comune, si poneva l’obiettivo di aprire la nuova struttura museale entro i primi mesi del 2014.
Noi crediamo che il Museo Giudicale, assieme all’Antiquarium Arborense, alla Pinacoteca Carlo Contini e a quelli che saranno il Museo della Sartiglia, il Museo dei Fenici e non ultimo il Museo Diocesano di Arte Sacra, possano porre la Città di Oristano (e quindi l’intera Provincia e il sistema Museale Arborense) a un livello di offerta culturale tale da attirare nel prossimo futuro importanti flussi di visitatori, con conseguenti ripercussioni economiche positive.
Pertanto per meglio conoscere a che punto è la realizzazione del Museo Giudicale, e per contribuire ad riattivare e stimolare una nuova azione della Provincia tesa a dare alla territorio questa nuova struttura culturale di grande rilievo, come gruppo PD abbiamo ritenuto importante rivolgere al Presidente della Provincia e alla Giunta la seguente interpellanza da discutere nel prossimo Consiglio Provinciale.

“Interpellanza sui ritardi nella realizzazione e apertura del Museo della Sardegna Giudicale ad Oristano”

premesso
che con il “Piano di razionalizzazione e sviluppo – Sistema regionale dei musei” approvato dalla Giunta Regionale con la delibera n. 36/5 del 26.07.2005, veniva prevista, fra i nuovi musei di istituzione regionale, la realizzazione del Museo e del Centro di documentazione della Sardegna giudicale;
che Oristano, antica capitale del Giudicato di Arborea, veniva da subito individuata come sede naturale del Museo della Sardegna Giudicale dedicato all’epoca giudicale e alla cultura del Medioevo nell’Isola (mentre come sede del Centro di documentazione della Sardegna Giudicale veniva individuato il comune di Sanluri);
che l’intervento veniva inserito dalla Regione Sardegna nell’Accordo di Programma Quadro in materia di beni e attività culturali, siglato in data 30.09.2005, e nel III Atto Integrativo all’Accordo di Programma Quadro in materia di Beni Culturali, siglato il 29.11.2007 con il quale veniva stanziata la somma di 1.000.000 di euro per la realizzazione e l’allestimento del Museo della Sardegna giudicale;
che in data 02.07.2008 veniva sottoscritto il Protocollo d’Intesa tra la Regione Autonoma della Sardegna, la Provincia di Oristano, il Comune di Oristano ed il Comune di Sanluri per la realizzazione e l’allestimento del Museo della Sardegna Giudicale;
che la Provincia di Oristano, con la delibera della Giunta provinciale n. 163 del 01.08.2007, dichiarava di voler proporre la propria partecipazione alla realizzazione del Museo Regionale della Sardegna Giudicale, dando la disponibilità del Palazzo Arcais come sede del Museo;
che con la delibera n. 38/11 del 06.08.2009, la Giunta Regionale rimodulava a 3.000.000 di euro le risorse per la realizzazione del Museo;
che, con la delibera della Giunta regionale n. 19/26 del 14.05.2013, veniva formalmente istituito il “Museo e centro di documentazione regionale della Sardegna giudicale”, con sede ad Oristano in Palazzo Arcais e a Sanluri nell’edificio ex Monte Granatico;

considerato
che l’apertura del Museo Giudicale ad Oristano sia da considerarsi importante non solo per l’aspetto culturale, ma anche strategica per lo sviluppo turistico e quindi economico del nostro territorio;
che ad oggi, nonostante nei mesi scorsi la Provincia di Oristano (assieme al Comune di Oristano e al Comune di Sanluri) si ponesse l’obiettivo di aprire al pubblico il Museo Giudicale entro i primi mesi del 2014, la struttura museale non risulta essere neanche in fase di allestimento;
che non risulta ancora ben chiaro in che modo la nuova struttura museale dovrà essere gestita e da quali soggetti;

interrogano il Presidente e la Giunta

per conoscere le cause della mancata apertura ad oggi del Museo della Sardegna Giudicale ad Oristano;
come l’amministrazione Provinciale intenda attivarsi per una rapida e positiva conclusione nella realizzazione e apertura del Museo al pubblico.

I consiglieri provinciali del Partito Democratico
Francesco Federico, Roberto Scema, Mario Tendas, Battista Ghisu, Giangavino Buttu

QUANDO L’APERTURA DEL MUSEO GIUDICALE DI ORISTANO?ultima modifica: 2014-04-18T19:00:13+02:00da frafederico
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento